bagno sonoro - eventi wellness

Vai ai contenuti

Menu principale:

bagno sonoro

Eventi Wellness


Nei bagni di suoni armonici si utilizzano molti strumenti musicali etnici :
campane tibentane, carillons koshi, Gong, bastone della pioggia, cimbali, bastone del tuono e molti altri strumenti.



Massaggio indivuale

Nel massaggio sonoro personale, le campane tibetane tibetane vengono posizionate attorno al corpo e vengono fatte vibrare, la vibrazione e i suoni aiutano il corpo e la mente a rilassarsi, assieme ad altri strumenti musicali etnici si creano dei suoni melodici che avvolgono la persona, in un'esperienza unica.  
Bagno di suoni per gruppi di persone

Si possono fare all'aperto, in palestre, sale relax di centri benessere.
Bagno di suoni in acqua

Le campane tibetane vengo immerse in acqua, l'acqua trasmette le vibrazioni delle campane avvolgendo la persona, la persona ha come la sensazione di volare di essere in un altra dimensione.
Un'esperienza unica.
Alcune spiegazini dei strumenti musicali etnici più usati

Le campane tibetane

Una campana tibetana, conosciuta anche come "singing bowl", è un antico strumento musicale originario del Tibet ma diffuso anche in altre regioni asiatiche tra cui India e Nepal. Le campane tibetane producono un suono puro ed una vibrazione armonica e vengono per questo motivo utilizzate come strumenti vibrazionali. La loro origine risale a circa 3 mila anni fa ovvero a una fase storica antecedente alla nascita del Buddismo.

La maggior parte delle campane tibetane presenti in commercio sono formate da leghe di bronzo. La campana tibetana più preziosa è tuttavia quella composta da sette leghe metalliche. Come si può vedere dall'elenco qui sotto, ogni metallo rimanda infatti ad un preciso pianeta del sistema solare:

Oro = Sole
Argento =Luna
Mercurio= Mercurio
Rame = Venere
Ferro = Marte
Stagno = Giove
Piombo = Saturno
La campana tibetana differisce da quella comune sia per l'aspetto che per le modalità di utilizzo. Per poter funzionare non deve essere infatti appesa bensì essere tenuta in mano oppure essere appoggiata sopra a un ripiano. La sua concavità deve essere inoltre rivolta verso l’alto e per poterla suonare non occorre oscillarla.

Il suono prodotto da una campana tibetana dipende in parte anche dai metalli in essa presenti: quale sia la miscela perfetta è tuttavia ancora un mistero. Il bastoncino utilizzato per produrre le vibrazioni è invece di legno, generalmente rivestito all’estremità con pelle di camoscio. Le dimensioni di tale oggetto possono variare in base alle dimensioni della campana.

Il processo di lavorazione di una campana tibetana inizia dalla fusione di una semplice lastra di metallo; seguono poi fasi di battitura, forgiatura, incisione ed infine lucidatura. Per realizzare una campana finita potrebbe essere necessaria anche un'intera giornata.
Carillons koshi

Questi campanellini sonori da massaggio sonoro sono degli autentici strumenti musicali.

Il tubo è fatto in legno di bamboo ed è stato trattato con olii naturali.

All’interno troviamo otto lamelle metalliche che sono state saldate con argento nella piastra di metallo alla base del tubo di risonanza. L’accordatura precisa crea un gioco di brillanti toni che sono ricchi di ultrasuoni.

I campanellini sonori terapeutici si possono scegliere in 4 tonalità differenti. Ognuna di esse ha un specifico bellissimo timbro e campo armonico e può essere suonato armoniosamente con le altre tonalità.

Le quattro tonalità sono state associate ai 4 elementi: terra, acqua, aria e fuoco.
Gong

Il gong è un antico strumento musicale utilizzato fin dai tempi remoti in occasione di feste, rituali religiosi e competizioni atletiche. Per via della sacralità e del mistero che circondava questo oggetto pare che potesse essere suonato in origine soltanto da monaci e sciamani. Oggi il suo impiego è legato per lo più all’ambito delle gare sportive e il suo suono sta difatti ad indicare l’inizio e la fine di ogni match.

Sulla provenienza di questo strumento sembra che aleggino ancora diversi dubbi: alcuni lo riconducono infatti all’antica Cina, altri lo collocano nelle regioni del sud est asiatico ed altri ancora pensano che sia invece originario dell’Africa. Sta di fatto che i nomi con i quali è maggiormente conosciuto nel mondo sono quelli di gong cinese e gong tibetano.

Questo strumento a percussione si trova spesso anche all’interno dei tempi orientali. Il suo timbro vibrante e melodioso accompagna infatti gli esercizi di meditazione e preghiera dei monaci e aiuta chi lo ascolta a ritrovare la serenità e la pace interiore.

Benché il gong tradizionale abbia un diametro di notevoli dimensioni, è possibile trovare in commercio anche versioni più ristrette e maneggevoli. Il disco può essere costruito in bronzo, ottone o rame.
Bastone della pioggia

Il bastone della pioggia (o albero della pioggia o palo della pioggia; in spagnolo Palo de lluvia) è uno strumento musicale della categoria degli idiofoni a scuotimento.

È uno strumento tradizionale diffuso soprattutto in America centro-meridionale, Africa ed Oceania, fin dall'antichità. Era costituito, nella versione originaria dell'area tra Cile e Argentina settentrionale, da un tronco di cactus Capado del deserto di Atacama essiccato, che può avere anche dimensioni di rilievo, dentro al quale sono conficcate le spine del cactus stesso. Era originariamente legato, come suggerisce il suo nome, ai riti propiziatori della pioggia e la leggenda vuole sia stato questo strumento a indurre Dio a far scendere il diluvio universale sulla Terra.

Le pietruzze o le conchiglie sminuzzate inserite nella cavità del cactus, successivamente sigillato alle estremità, col movimento urtano le spine e le fanno vibrare, producendo una cascata di delicati suoni, ricordanti il rumore dello scorrimento dell'acqua.
3477423507 Whatsapp Albino
Torna ai contenuti | Torna al menu